Rilanciare la cultura del Sud Italia attraverso la voce e l’impegno dei Festival letterari che animano le regioni del Mezzogiorno d’Italia, ampliare la visibilità delle proposte culturali presenti al Sud, favorire la crescita dell’offerta culturale di qualità attraverso collaborazioni comuni con autori e case editrici per sostenere la diffusione dei libri e della lettura. É con questo presupposto che, su invito di Francesco Durante, direttore artistico del Salone del Libro di Napoli e di Salerno Letteratura, il Women’s Fiction Festival si è unito alla rete delle manifestazioni letterarie che coinvolgono le città di Palermo, Salerno, Potenza, Matera, Palmi, Trani, Lamezia, Reggio, Messina, Calitri, Padula, Vibo Valentia e Aliano. “Abbiamo aderito con grande convinzione alla Rete dei Festival del Sud, ha dichiarato Giuditta Casale, componente del consiglio direttivo del WFF, perché, in questo modo, il lavoro di tutti gli operatori culturali impegnati nella promozione dei libri e della lettura si rafforza e consolida anche l’offerta complessiva del territorio. Così la cultura diventa più accessibile, parla a tutti ed è più diffusa grazie ad un lavoro di condivisione e di rete su cui investire nel prossimo futuro”. Uno dei primi appuntamenti per la Rete dei Festival del Sud, con un proprio stand allestito, sarà al Salone del Libro di Torino, dal 10 al 14 maggio 2018, e a Napoli, dal 24 al 27 maggio prossimo, nell’ambito di Napoli Città Libro ospitato nel Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore. Le altre realtà lucane presenti agli appuntamenti di maggio sono la Notte Bianca del Libro di Potenza e La luna e i Calanchi di Aliano. Tra le prossime tappe la firma di un manifesto comune della rete al quale anche altre realtà culturali potranno aderire per entrare a far parte della Rete dei Festival del Sud.