Tema 2018


l programma dedicato al pubblico dei lettori, per la quattordicesima edizione del WFF, ha come tema “Qualcosa di rivoluzionario. Le parole hanno sempre il potere di cambiare il mondo”.

“Vivere senza leggere è pericoloso, ci si deve accontentare della vita, e questo comporta notevoli rischi.” Michel Houellebecq, con questa frase, si riferisce ad una vita priva di lettura e ci suggerisce che i libri possono essere rivoluzionari e potenti, portando i lettori a vivere in mondi fantastici, felici e ironici. Con il potere delle parole e dei romanzi si sono rotti nei secoli convenzioni, schemi, valori culturali. Alcuni libri più di altri hanno, però, il potere di rivoluzionare le coscienze. In occasione dell’anniversario di movimenti rivoluzionari del sessantotto, dedicati anche all’emancipazione femminile, alla quattordicesima edizione del WFF si vorranno scandagliare le espressioni e le storie rivoluzionarie più potenti che caratterizzano la contemporaneità letteraria.

Amori e sentimenti rivoluzionari, personaggi inediti, donne eroiche, realtà e peripezie avventurose, legalità e diritto, fantasia e libertà saranno al centro di dibattiti e presentazioni di libri con autori, giornalisti, editor e personaggi del mondo culturale internazionale, perché le parole sono energia e hanno sempre il potere rivoluzionario di cambiare il mondo.

Condividi Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+